fbpx La pausa caffè si fa “CORRETTA” per la sostenibilità nelle nostre scuole | ENGIM Veneto cambia le abitudini nella pausa caffe per diventare scuola più sostenibile
pausa caffè corretta e sostenibile verso i diritti umani e l'ambiente

La pausa caffè si fa “CORRETTA” per la sostenibilità nelle nostre scuole

“Be human Be green” è da tempo il motto di ENGIM Veneto.

 

Parole chiare che vogliono indicare una scelta di rotta decisa verso l’orizzonte dello Sviluppo Sostenibile.

Seguendo infatti i principi raccontati dall’Agenda 2030, il sogno di ENGIM Veneto è di trasformare le proprie Scuole di Formazione Professionale in realtà sostenibili, che operano ogni giorno rispettando l’ambiente e le persone.

Cominciamo con  azioni concrete.

Piccoli tasselli, ma fondamentali per costruire un grande mosaico di sostenibilità.

La prima di queste azioni è rivolta alla promozione di un’alimentazione più sana e più giusta e per questo nelle scuole ENGIM Veneto abbiamo introdotto un nuovo stile della pausa caffè.

Lo abbiamo fatto partendo da alcune domande a cui abbiamo cercato di dare una risposta sostenibile:

  • Che impatto ha la nostra pausa caffè sul pianeta?
  • Chi produce il caffè e i prodotti che consumiamo?
  • Come vengono prodotti?
  • Quali sono le condizioni di lavoro e di rispetto dei diritti delle persone che producono ciò che consumiamo?

 

Con i nuovi partner Punto Equo e SERIM stiamo a poco a poco sostituendo i vecchi distributori automatici con distributori che forniranno prodotti più rispettosi dell’ambiente, dei lavoratori e della salute.

Per la pausa caffè, ENGIM Veneto propone infatti bevande calde provenienti dal commercio equo e solidale, alcuni prodotti biologici e a minor contenuto calorico, oltre ad alcuni prodotti per celiaci. Anche il packaging è stato oggetto di intervento. Abbiamo infatti eliminato le bottigliette di plastica, sia per l’acqua che per le bibite, per avvicinarci all’obiettivo di essere una scuola plastic free. Inoltre le bevande calde vengono servite in bicchieri di carta riciclabile e le palette per mescolare le bevande sono compostabili.

In questo modo ENGIM Veneto cerca di abbassare il proprio impatto sull'ambientale a partire proprio della pausa caffè, 

Un piccolo gesto che però ha un grande impatto ambientale ma soprattutto sociale andando a garantire il rispetto dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici che hanno prodotto ciò che noi ogni giorno consumiamo.

Al contempo questa azione che va a impattare su ben 13 dei diciassette obiettivi dell’agenda 2030.

 

 

e ciascuno di noi che ha che a cuore la vita, l'ambiente e l'educazione etica e sostenibile dei nostri giovani, a cui come scuola noi abbiamo il dovere di assicurare un futuro, può dare un contributo!

Categorie: 
Valori

Share this post